Mia moglie si è disinibita …

mia moglie

Mia moglie, a letto, è sempre stata molto calda: nonostante non abbia mai amato i pompini con l’ingoio, ha avuto da sempre una carica erotica tale da non farmi rimpiangere questo particolare …

La vera scoperta, comunque, è stata il sesso anale: dopo qualche insistenza, ha cominciato a praticarlo con una foia da brivido … Quello in cui però era “carente” (almeno fino a un po’ di tempo fa…) è il sesso “fantasioso”: durante le nostre scopate, avevo spesso provato a farle immaginare una situazione intrigante, e mi ero accorto che quella che più la eccitava era una prova sexy nel camerino di un negozio di abbigliamento.

Ovviamente, nel mio pensiero, avrei voluto esserci anch’io, invece … La scorsa settimana, prima del lavoro, mia moglie mi ha detto che quel pomeriggio sarebbe andata a fare shopping: ho annuito come sempre, a dire il vero poco interessato.

Lei allora mi ha detto: “ma perchè non mi accompagni?”: quel pomeriggio avevo due riunioni, e così le ho risposto che sarebbe dovuta andare da sola. Quella sera, a casa, l’ho trovata vestita in modo molto provocante: aveva una gonna gialla corta, con uno spacco centrale che lasciava intravedere un perizoma bianco molto sexy, una camicetta bianca trasparente, e non indossava reggiseno …

Mi sono subito infoiato, e – appena entrato – le ho messo le lingua in bocca palpandole le tette. Lei ha risposta al bacio, mi ha sorriso maliziosamente e mi ha detto: “Non vuoi che ti racconti dei miei acquisti di oggi?”. A quel punto ho intuito che qualcosa era accaduto, mi sono seduto sul divano e le ho detto: “Certo, amore: dimmi” “Ti ricordi il negozio qua vicino, che ha in vetrina quell’abbigliamento che ti piaceva tanto?

Bene, sono andata là, ho scelto queste cose che mi vedi addosso ora, e sono entrata in camerino per provarle. Solo che, come nelle fantasie di cui mi parlavi, ho lasciato la tenda leggermente aperta …” Si era seduta anche lei, di fronte a me, ed aveva aperto le gambe: vedevo benissimo il perizoma, adesso, ed anche il pelo rosso acceso della sua fica, che per mio desiderio non si rasa mai troppo: ero eccitatissimo … “Continua” le ho detto con la voce strozzata. “Beh, avevo anche lo stesso intimo … anzi, a dire il vero indossavo il reggiseno coordinato con questo perizoma.

Mi sono tolta gli abiti, e sono rimasta col solo intimo indosso e … attraverso lo specchio mi sono accorta che il commesso del negozio mi stava guardando. Era un metro dietro la tenda, e mi osservava mentre mi spogliavo: ho fatto finta di nulla, ed ho continuato la mia prova: ho indossato la gonna, chinandomi un po’, in modo da fargli vedere il culo, e poi la camicetta.

Ho visto che era eccitato: forse perché non c’era nessuno in negozio, ha cominciato a toccarsi la patta … “ Dicendomi queste cose, aveva cominciato ad accarezzarsi la fica attraverso il perizoma: a quel punto ho sfoderato il cazzo già duro ed ho cominciato a masturbarmi lentamente, in silenzio …

“Indossata la camicetta, mi sono accorta che senza il reggiseno sarei stata ancora più eccitante, ed ho cominciato ad armeggiare per toglierlo: ma sai come sono imbranata in questa cosa: non ci riuscivo. Lui allora mi ha guardata attraverso lo specchio, mentre io avevo fissato gli occhi nei suoi, e mi ha detto: – Vuole una mano, signora? – . Mi sono voltata, ed ho aperto la tenda in silenzio.

Lui è entrato, mi ha sganciato il reggiseno, me lo ha tolto attraverso la camicetta, ed ha cominciato a palparmi le tette, proprio come hai fatto tu qualche minuto fa …” Mia moglie ha un gran paio di tette: una quarta abbondante, non molto alte, ma sode e dotate di un capezzolo da sballo, che si rizza al primo sfioramento: è una rossa naturale di 39 anni che farebbe intostare il cazzo anche ad un morto, come le dico sempre io … “Continua”, le ho detto continuando a farmi una sega …

“Lui mi ha girata senza parlare, mi ha fatto mettere a pecorina, appoggiandomi ad un panchetto del camerino, e – senza spogliarmi – ha cominciato a leccarmi il culo … mi ha solo spostato il lembo del perizoma.

Io ero già eccitatissima, sai come amo farmi leccare il buchetto: ho cominciato a mugolare, così lui si è alzato, si è tolto i pantaloni ed i boxer, e senza tanti complimenti mi ha detto: – Adesso glielo metterò nel culo, signora.

Qualcosa in contrario? – Non avevo voce, mi sono limitata a fare cenno di no con la testa, quando ho sentito il suo cazzo appoggiato al buchetto che ti piace tanto fottermi …Lui mi ha preso per i capelli, ed ha spinto forte, inculandomi con un colpo solo: quel ragazzo ha un cazzo parecchio più grosso del tuo, tesoro, sicchè ho sentito un po’ male.

Ma solo per un attimo: quando ha avviato il suo movimento ritmico dentro il mio culo, ho cominciato a bagnarmi come una fontana, e dopo qualche colpo ho avuto un orgasmo! Senza neanche toccarmi la fica! Insomma, è finita con lui che mi è venuto dentro al culo, sparandomi un fiotto di sborra calda molto abbondante … Poi mi ha girata (io ero già venuta altre due volte) ed ha voluto che gli ripulissi per bene il cazzo con la lingua …”

Io ero arrapato fino al parossismo: mentre parlava faticavo a controllare il mio orgasmo: non trovavo le parole; sono solo riuscita a dirle: “Insomma, è stato un pomeriggio piacevole …”. Mi ha guardato, masturbandosi, e mi ha detto: “Si, ma non mi sono ancora lavata: pensaci tu …”.

Mi sono accovacciato tra le sue cosce mentre lei si impossessava del mio cazzo durissimo, le ho scostato il perizoma che lasciava intravedere tracce evidenti di sperma e degli umori della sua fica (oltre ad alcuni segni marroncini su cui non ha voluto troppo indagare …), ed ho cominciato a leccare una fica bagnatissima, ed un buco di culo molto profumato e saporito …: ho goduto così, immerso in quell’oceano di perversione, mentre mia moglie – godendo di un altro fortissimo orgasmo – mi chiedeva se l’indomani sarei potuta andare con lei, al negozio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *